***

Porto Torres 20 Aprile 2008

I giorni passano lenti
come nuvole spinte dal vento
come le notti in cui star svegli ? abitudine.
Un altro aprile che piove
diverso da altri
uguale ad altri.

Libri che si chiudono
su parole che non so dire
e parole che scappano
senza dire niente.

Quanto c’? ancora da scavare,
cuore rinsecchito di bambino,
sui ricordi che se non fanno bene uccidono?

Ecco la primavera,
un’altra.
Quelle vecchie lo sai,
non tornano mai.

9 thoughts on “***

  1. "Quanto c?? ancora da scavare,
    cuore rinsecchito di bambino,
    sui ricordi che se non fanno bene uccidono?"WOW 

  2. Bella si per carit? ma…certi poeti con  le loro poesie ti mettono una depressione ..  

  3. Ciao P@sc@.Sono mesi e mesi che seguo ogni giorno il tuo blog. E’ quasi una mania oramai.Anche io scrivo poesie.Il mio parere ? che questa non ? granch?. Nulla di personale, anzi.Troppo qualunquista ed ovvio che l’autore ha dentro un p? di rimpianto. L’autore crede che nel passato ci sia stato per lui un occasione o una persona sublime, che non torner? pi?.dico all’autore. Carpe Diem. Che significa non cogli l’attimo, ma vivi la vita cos? come viene. L’inno al presente che ? sempre meglio di ogni passato. L’autore ? troppo influenzato da un passato che non scorrer? mai pi?. E l’influenza del passato non pu? aiutare a comprndere il benessere del presente. Il meglio deve Sempre ancora Venire.Ecco il mio parere.La poesia ? un p? appannata, ma alla fine ? chiara l metafore non sono molto evocative e un p? banali e risentite.Ad Ogni Modo…Grande Pasco….2 giorni f? ti ho difeso contro un giornalista del sole 24 ore che parlava molto male e in maniera qualunquistica dei blogger…io ho citato te come caso di interessante professionalit?. L’ho messo a tacere quel giornalista proprio di una casta che non sta per terminare il suo tempo.Pasco tu sei l’avanguarde!

  4. Il “cuore rinsecchito di bambino” mi ricorda molto Giuseppe Ungaretti e i suoi ossimori, o forse il cuore ? rinsecchito perch? sta in un corpo di adulto, ancora non ho capito per bene cosa intendi.
    Sono un p? in disaccordo con jeanpaul per quanto riguarda il rimpianto, ho letto anche gli altri tuoi versi e sembra proprio essere il tuo modo di guardare avanti, pacato e sereno ma cosciente di non poter tornare indietro anche quando ci sarebbero molte buone cose a cui tornare.
    Il tuo interlocutore sei sempre tu vero?
    Lo usi spesso nelle tue poesie, parli con te stesso giusto?
    A me piace questa poesia, non ? ai livelli di Novembre o di Le linee del mare per? ? molto bella, forse come ha detto jeanpaul hai scelto parole troppo semplici per esprimerti, per? ? anche vero che in questo modo hai evocato sentimenti e domande in molti di noi.
    Grazie, Andr

  5. Non scrivevi da tanto tempo, ? bello rileggerti di nuovo anche se con un p? di tristezza velata.Non hai usato parole enfatiche ma riesci lo stesso a creare un contesto evocativo che, come dice Andr?, risveglia qualcosa dentro.Ciao Pietro e Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:D :) ^_^ :( :o 8O :shock: 8) ;-( :lol: xD :wink: :evil: :p :whistle: :woot: :sleep: =] :sick: :straight: :ninja: :love: :kiss: :angel: :bandit: :alien: